Hermes Sicily Blog - Turismo in Sicilia    

Hermes Sicily Blog

archeologia & turismo

 

Blog gestito dalle guide turistiche Hermes Sicily e dedicato all'archeologia e ai monumenti siciliani, alla segnalazione di mostre e conferenze e ad approfondimenti sul marketing turistico.

Follow Us

Hermes Sicily Guide Turistiche

Hermes Sicily è un gruppo di guide turistiche operanti sulla Sicilia sudorientale. E' possibile trovare informazioni sulle visite guidate e sui tour che proponiamo sul nostro sito. Nella colonna destra di questo blog sono evidenziati gli eventi in rilievo.

Visite estive per gruppi misti

Visite guidate a Siracusa, Modica e Noto

Guide Turistiche Siracusa - Ragusa

 

Infodesk Guide Hermes Siracusa

Infopoint Guide Hermes Sicily - Siracusa

via Trento, 7

Ortigia (Siracusa)

c/o Infopoint Wanderlust

 

Guide Siracusa

Guide Siracusa

Guide Ragusa

Guide Ragusa

Escursioni archeologiche

Escursioni archeologiche in Sicilia

 

Visitare PantalicaPantalica, nell'entroterra di Siracusa, è uno dei luoghi più affascinanti da visitare in Sicilia orientale. Si tratta di un'ampia area dalla natura ancora incontaminata dove si mescolano la suggestione di panorami mozzafiato al fascino di antichissimi resti archeologici.

Occorre fare un po' di chiarezza in quanto l'area è molto vasta e spesso, quanti desiderano visitarla, non hanne le idee chiare su cosa vedere e come raggiungerlo.

La riserva naturale orientata valle dell'Anapo comprende alcune suggestive cave naturali scavate dal fiume Anapo e dai suoi affluenti. Istituita nel 1997, quest'importante area naturalistica si stende tra i paesi di Sortino e Ferla, in provincia di Siracusa. L'altipiano formato e delimitato dal fiume Anapo e dal suo affluente, il torrente Calcinara, è detto Pantalica. Nella parte sommitale dell'altipiano, durante la tarda età del bronzo si stabilì un importante insediamento indigeno che costruì le proprie necropoli lungo le pareti a strapiombo di Pantalica. L'area archeologica di Pantalica è pertanto costituita principalmente dalle necropoli composte da parecchie migliaia di tombe, dette a "grotticella artificiale", scavate nella roccia tra il XIII e l'VIII sec. a.C.

 

Le possibilità di visita sono numerose e l'accesso e l'itinerario migliore vanno pianificate in base ai propri interessi e anche alle capacità fisiche, essendovi anche percorsi di media difficoltà e lunghezza.

Mappa di Pantalica e della Valle dell'AnapoOggi esistono 4 accessi principali: due di questi sono sull'altipiano, uno dal lato di Ferla e l'altro dal lato di Sortino. Altrettanti invece permettono l'accesso alla valle, sempre dall'imbocco di Ferla o da quello di Sortino. La valle del Calcinara divide fisicamente i due paesi, per cui, spostarsi con l'auto da un imbocco all'altro richiede un lungo giro di circa 45-60 minuti. Allo stesso modo dalla valle dell'Anapo è possibile salire a piedi all'altipiano di Pantalica ma il sentiero è piuttosto ripido e lungo e pertanto consigliato solamente alle persone più in forma. Prima di partire per la visita di Pantalica, chiarite pertanto quali sono gli aspetti che maggiormente vi interessano.

Per quanti sono interessati all'archeologia è sicuramente consigliabile raggiungere l'altipiano dal varco di Ferla. E' sufficiente raggiungere il piccolo paese siciliano e da lì seguire le indicazioni per Pantalica (circa 8-9 Km). La visita in genere comincia dalla "Sella di Filiporto" dove è ubicata una prima necropoli. Alcuni chilometri prima della "sella" è presente un infopoint della forestale dove è possibile richiedere una cartina della zona o usufruire dei servizi igienici. Da lì si diparte anche il bel sentiero naturalistico "Giarranauti". Accedendo a Pantalica dalla sella di Filiporto sono facilmente visitabili le necropoli e l'anaktoron - le fondamenta del cosiddetto palazzo del principe -. Questi resti archeologici, per la loro importanza, sono patrimonio mondiale dell'umanità dell'Unesco. Si possono inoltre esplorare i resti tardo-antichi di un villaggio bizantino e tre oratori rupestri con alcune tracce di antichi affreschi: San Micidiario, San Nicolicchio e l'oratorio del crocifisso. Proseguendo fino al termine della strada è poi possibile scendere a piedi verso il torrente Calcinara.

Per godere al meglio delle suggestioni di Pantalica e per scoprirne storia e curiosità, è anche possibile prenotare una visita guidata. Le guide turistiche Hermes Sicily offrono durante l'intero arco dell'anno servizi di visita guidata privati per turisti individuali, gruppi organizzati e gruppi scolastici. Per maggiori informazioni è possibile scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I periodi migliori per visitare Pantalica sono la primavera e l'autunno. D'estate, date le temperature e la poca ombra, le visite sono consigliate di buon mattino o poche ore prima del tramonto.

Visitare la necropoli di PantalicaUn ulteriore itineario di visita con un occhio di riguardo per l'archeologia, è quella fattibile dall'accesso di Sortino (raggiungere Sortino e seguire le indicazioni per Pantalica). Un'area di accoglienza turisti è in fase di approntamento a Serramenzana ma non ancora operativa. Da questo sentiero si può scendere verso il torrente Calcinara e, con una piccola deviazione e una suggestiva scala antica, scavata nella roccia, visitare l'accesso alla grotta dei pipistrelli. La veduta della necropoli nord che si ha da questo sentiero è sicuramente la più suggestiva. E' anche possibile guadare il corso d'acqua e risalire l'altro versante della cava.

Per quanti invece cercano un sentiero senza grandi pendenze e prediligono l'aspetto naturalstico, si consiglia la visita alla valle dell'Anapo optando per uno dei due ingressi di Sortino o Ferla. I due sbocchi sono collegati ed è possibile percorrere l'intera cava lungo un facile e piano itinerario, di circa 13 Km, ricavato sul percorso della vecchia ferrovia Siracusa-Vizzini, ormai smantellata. L'itinerario è suggestivo perchè si dipana in mezzo ad una lussureggiante vegetazione interrotta a tratti dalle vecchie gallerie della ferrovia e dalla stazioncina dentro la cava. Oltre al percorso principale vi sono vari sentieri secondari che permettono di raggiungere il torrente o di salire sull'altipiano.

Visitare Pantalica è un'esperienza adatta a tutti, soprattutto programmando il sentiero migliore per godere in maniera ottimale delle bellezze del posto. Oltre al trekking naturalistico in certi periodi parte della riserva è visitabile anche in mountain bike mentre nei dintorni strutture private offrono passeggiate a cavallo nella zona. Inutile dire che i diversi agriturismi presenti permettono di concludere al meglio la nostra escursione con un lauto pasto con i sapori genuini locali.


 

Link utili

- Hermes Sicily: visite guidate a Pantalica

- Pantalica: galleria fotografica


 

 

Booking.com

Questo sito utilizza cookie,

anche di terze parti, per dare una migliore esperienza di navigazione. Cliccando o scorrendo la pagina si acconsente all'utilizzo dei cookie.