versione italiana  deutsche fassung  english version          Homepage  |  Visite Turistiche   |   Escursioni Archeologiche  |  Editoria   |   Informatica   |   Informazioni Utili  |   Link  |   Contatti

 

Homepage -> Informazioni Utili -> Cosa Vedere -> Castello Eurialo - Siracusa

Manuale per il turista in Sicilia orientale

Siracusa: cosa vedere

IL CASTELLO EURIALO


[ mappa del monumento |come arrivare | biglietti | orari | visite guidate ]
[
dove mangiare | dove dormire ]

Informazioni utili

Il castello Eurialo di Siracusa

Foto: Diego Barucco

Il castello Eurialo è uno dei principali monumenti di epoca greca di Siracusa. Si tratta, in assoluto, di una delle più importanti opere di fortificazione costruite in epoca classica, giunte fino ai nostri giorni. L'antica  città di Siracusa era infatti cinta da una poderosa cinta muraria, fatta costruire per volere del tiranno Dionisio I e che era lunga circa 30 Km. Il punto più debole e più distante dalla città di queste difese, era l'accesso all'altopiano dell'Epipoli. Qui Dionisio fece impiantare la roccaforte ancora oggi nota come castello Eurialo. Non si trattava di un castello adibito ad abitazione bensì di una vera e propria fortezza che conteneva una guarnigione utile per difendere la città. La fortezza era costruita secondo le più ingegnose scoperte della tecnica militare - la poliorcetica - ed era praticamente inespugnabile, infatti non venne mai preso nella sua storia plurisecolare. Allo stesso tempo, gli occupanti dell'Eurialo potevano fare veloci sortite ai danni dei nemici che assediavano la città. Il castello Eurialo venne costruito nel IV sec. a.C. e svolse egregiamente la sua funzione fino al 212 a.C., anno in cui Roma riuscì a conquistare Siracusa. In quell'occasione la guarnigione asserragliata nel castello lo cedette vedendo la città ormai perduta. Non abbiamo più notizie successive a questo periodo anche se è probabile che venisse in qualche modo riutilizzato anche in epoca medievale. Oggi le rovine del castello Eurialo si stagliano imponenti sull'altipiano ove oggi si trova la frazione di Belvedere. Dall'altopiano dell'Epipoli si gode di un bellissimo panorama verso la baia del porto grande di Siracusa. Esplorare le torri, i fossati, i corridoi sotterranei che ancora oggi rimangono del monumento può costituire sicuramente un'interessante visita per quanti sono in vacanza a Siracusa. In questa pagina troverete informazioni sul monumento, ma anche sugli orari e sui biglietti così come informazioni sul percorso stradale o sulla prenotazione di visite guidate.

Mappa e Monumenti

Mappa del Castello Eurialo presso Siracusa

Clicca sulla mappa per vederla ingrandita o scarica la versione stampabile in pdf Scarica la mappa del castello Eurialo in formato pdf

I fossati difensivi

Castello Eurialo: fossato e torriIl castello Eurialo era posizionato sul punto di accesso all'altipiano che ancora oggi è chiamato Epipoli. Eurialo, con ogni probabilità voleva dire "chiodo dalla testa larga" per via della forma della fortezza. Questa occupava un punto strategico importantissimo. Sui due lati, la fortezza era protetta da ripide pareti. Non era così sul lato frontale ove i progettisti fecero scavare ben tre fossati difensivi. Quanto rimane del primo fossato è visibile accanto alla biglietteria, gli altri due sono indicati con i numeri 1 e 3 della nostra mappa.. Inoltriamoci poi oltre e avanziamo oltre i pini. In corrispondenza delle transenne possiamo subito vedere il secondo fossato. Il visitatore può rendersi conto di quale fosse la caratteristica di questi fossati. Erano profondi e scavati in maniera tale da essere visti solo all'ultimo momento. Un esercito che attaccava con foga correva il rischio di vedere questo ostacolo solo quando era troppo tardi, rischiando di cadervi dentro. Anche la distanza tra i fossati era calcolata a dovere. Erano progettati in maniera tale che le armi da guerra (catapulte e simili) non potessero scavalcarli con la loro gittata. Sul fondo dei fossati vedrete delle gallerie che servivano ai difensori per potervi accedere e svuotarli da eventuali detriti che il nemico vi avesse gettato per colmare il fossato. I tre fossati erano collegati con un sistema di ponti e tra uno e l'altro vi erano ulteriori fortificazioni. Per proseguire nella visita si costeggia il secondo fossato, passandovi alla destra. Da qui è possibile vedere il bellissimo panorama che da sulla baia di Siracusa e ci si dirige verso le torri.

Le torri

Castello Eurialo, particolare delle torriQuanti ci si trova di fronte al castello non si può fare a meno di notare i monumentali torrioni che erano posti a sua difesa. Si trattava di cinque torri, ancora oggi parzialmente presenti sul sito. Le torri avevano pianta quadrangolare ed erano estremamente massicce. Una scaletta sul percorso di visita passa proprio accanto alle torri, indicate col n. 4 sulla mappa. Potrete notare come siano costruite in grossi blocchi di pietra calcarea. Sulle torri venivano poste le macchine da guerra che servivano a difendere il castello. Probabilmente venivano fatte salire con una sorta di rampa. Sebbene non ne rimanga più traccia, si pensa che una sorta di ballatoio collegasse tra loro le torri. Discosta dalle cinque torri principali, un'ulteriore torre si affacciava sul fianco settentrionale della fortezza, per difendere una delle porte di ingresso alla città, posta sotto di essa.

Il cortile posteriore

Castello Eurialo, cortile internoUna volta oltrepassate le torri, si accede alla parte interna della fortezza, il cortile posteriore. Enormi blocchi di pietra sono sparsi un po' ovunque dandoci modo di intuire quanto formidabile dovesse essere la struttura difensiva del castello. Lungo un lato si riconoscono ancora dei piccoli vani con una porticina, probabilmente magazzini o alloggi che poi vennero rimaneggiati in epoca medievale. Percorrendo questo primo cortile fino in fondo si arriva ad un ulteriore porta, ancora in piedi col suo pesante architrave (vedi foto sulla mappa) a sovrastarla. Oltrepassata questa, siamo in un secondo cortile, anch'esso in rovina. Qui riconosciamo quanto rimane di cisterne per l'acqua (num. 7 sulla mappa) e possiamo raggiungere la torre che difendeva la porta della città sottostante o l'estremo limite del castello che si affaccia sul retrostante altopiano dell'Epipoli. Come già detto lo scopo del castello non era quello di servire da abitazione ma da difesa. Per questo motivo, le truppe acquartierate dovevano avere le provviste necessarie per poter resistere ad un lungo assedio e in questo cortile potevano trovare posto gli approvvigionamenti e si poteva accedere agli alloggi della guarnigione. Dal cortile, abbiamo accesso anche alla rete di gallerie sotterranee, prendendo il corridoio che vi è subito a sinistra della porta con l'architrave. L'intricata serie di cunicoli sotterranei caratterizzava il castello e  serviva a collegare rapidamente e discretamente tra loro le varie parti della struttura. Si prosegue imboccando l'accesso di un corridoio che poi ci porterà alle gallerie sotterranee vere e proprie.

Le gallerie sotterranee

Oltre alla parte visibile in superficie, il castello aveva un'intricata serie di gallerie sotterranee (i percorsi in galleria sono evidenziati dalla linea tratteggiata grigia sulla nostra mappa). Queste sono oggi solo parzialmente accessibili. La loro funzione era di permettere degli spostamenti rapidi e senza essere notati da un estremità all'altro della fortezza. Uno degli accessi è dal cortile. Si attraversa così un corridoio col soffitto solo parzialmente chiuso che ci porta ad un ulteriore cortile interno. Da li vi è il vero e proprio accesso alle gallerie. Un corridoio ci porta giù fino al terzo fossato (num. 3). Una serie di cavità permettevano l'accesso al fossato. Entrando nel fossato stesso ci rende conto dell'imponenza di questa barriera scavata nella roccia  dell'altopiano, con le pareti lisce e a strapiombo. Numerosi blocchi di pietra, rimanenze dei crolli delle precedenti strutture, sono sparsi dappertutto. Nel caso in cui i nemici avessero tentato di colmare il fossato, tramite le gallerie, il materiale gettato poteva essere liberato. Una ripida galleria in salita con una scala scavata nella roccia conduce poi alla breve lingua di terra che divideva il secondo dal terzo fossato, una sorta di bastione avanzato. Veduta di una delle gallerie sotterranee del Castel EurialoAll'interno del terzo fossato invece ulteriori gallerie si addentrano nella pietra. Erano dei magazzini che servivano per lo stoccaggio delle merci. Rientrati nel tunnel principale ne raggiungiamo l'estremità. Da li si diparte un lunghissimo corridoio sotterraneo, soltanto recentemente riaperto alla fruizione pubblica e che usciva dal castello raggiungendo la vicina porta urbica (num. 8). Percorrendolo per intero ci si rende conto di come quest'imponente galleria sia per intero scavata nella roccia. Qua e la, nella parte sommitale della galleria si notano resti di scale di pietra e lastroni di copertura. Si tratta di accessi di servizio che servirono per la costruzione e che poi vennero chiusi. Infine rivediamo la luce. Arrivati fuori giriamoci e con stupore ci rendiamo conto di essere ai piedi del castello, lungo il suo fianco. Abbiamo raggiunto la porta cittadina che si trovava subito sotto la fortezza.

La porta urbica

La porta urbica, posta al di fuori e al di sotto del castello Eurialo, era uno degli ingressi della città, ben sorvegliato dall'imponente fortezza. Oggi ne rimangono avanzi delle mura e delle fortificazione e se ne riconosce l'ingresso. Al di fuori della porta "linee parallele" scavate nella roccia - carraie - ci danno un'idea di quanto intenso dovesse essere il traffico di carri in quella porta. L'ingresso era difeso da un sistema difensivo a tenaglia: la particolare conformazione costringeva il nemico ad avvicinarsi a ridosso delle mura, divenendo bersaglio da parte dei difensori. Inoltre diversi muri costruiti di traverso costringevano ad un percorso a "zig zag" e impedivano la visione diretta del portone. Attraversando la porta urbica, un sentiero in mezzo alla vegetazione ci permette di risalire verso il castello, passando accanto ad un tratto "a cielo aperto" della galleria prima percorsa. Risaliti fino ai limiti del terzo fossato, potremo tornare a ritroso vero la biglietteria, concludendo così la nostra visita.

Informazioni tecniche

COME RAGGIUNGERE IL CASTELLO EURIALO  [torna su]

Potete raggiungere il castello Eurialo con mezzi privati o pubblici. Per avere un'idea del percorso potete consultare la mappa sottostante o direttamente la mappa interattiva di Google Maps che abbiamo realizzato

Itinerario stradale per il Castello Eurialo

Con un automezzo proprio

Venendo da Siracusa vi sono varie strade per raggiungere il castello Eurialo. Dalla parte bassa della città, la strada più semplice consiste nell'uscire da Siracusa dalla grande rotonda al termine di Viale Paolo Orsi ed immettersi sulla SS124 Siracusa-Floridia (la stessa che porta allo svincolo autostradale). Si oltrepassa il cimitero comunale ed il cimitero di guerra inglese e si prosegue in direzione Floridia. Dopo circa 1,5 Km si incontra una traversa a raso sulla destra (direzione TREMMILIA) e si prende questa strada. Si segue questa tranquilla strada di campagna che si snoda tra campi e serre per circa 4,5 Km fino a quando termina ad un incrocio. Svoltate sulla sinistra immettendovi su Viale Epipoli (direzione Belvedere - Castello Eurialo). Seguite la strada per 500m e sulla sinistra vedrete il ristorante "Castello Eurialo" e la traversa che porta all'ingresso dell'area archeologica.
E' possibile raggiungere il castello Eurialo anche dalla zona alta di Siracusa, percorrendo direttamente Viale Epipoli ed attraversando la frazione di Villaggio Miano.

Per chi viene da Catania: è conveniente percorrere l'autostrada fino all'uscita Siracusa sud (indicata dai cartelli genericamente con SIRACUSA). Scendendo dall'autostrada ci si immette sulla SS124 Siracusa-Floridia in direzione di Siracusa. Si prosegue fino ad un semaforo e li si svolta a sinistra immettendosi sulla stradina in direzione TREMMILIA. Da li seguire le stesse indicazioni date sopra per quanti provengono da Siracusa.
E' possibile raggiungere il castello anche uscendo dall'autostrada a Siracusa nord e da qui andare in direzione della frazione di Belvedere. Attraversata la frazione ci si immette su Viale Epipoli e subito fuori da Belvedere, sulla sinistra incontriamo la traversa che porta al castello Eurialo. Questa strada è un pochino più corta della precedente ma probabilmente più difficoltosa per quanti non sono pratici della zona in quanto si attraversa la piccola frazione di Siracusa.

Con i mezzi pubblici

Dal terminal bus accanto alla stazione ferroviaria (via Rubino) è possibile raggiungere il Castello Eurialo con i bus urbani dell'AST che raggiungono la frazione di Belvedere. Le linee idonee sono:

-  circolare 25

- circolare 26

- linea 11

Le linee e gli orari indicati potrebbero subire delle variazioni. Per aggiornamenti consultare la relativa pagina del comune dedicata ai trasporti Ast oppure telefonare alla biglietteria dell'Azienda Siciliana Trasporti al n. 0931.462711

Taxi

Gli stalli per i taxi sono localizzati nel centro storico di Ortigia (piazza Pancali, tel. 0931.60980), a Corso Gelone (accanto al Jolly Hotel, tel. 0931.64323, alla stazione (tel. 0931.69722). I taxi non sostano in maniera permanente al Castello Eurialo, motivo per cui dovrete organizzare per tempo anche il mezzo per il ritorno.

POSTEGGI

E' possibile posteggiare gratuitamente il proprio automezzo in un piccola area in terra battuta adibita a posteggio dell'area archeologica. L'ingresso si trova all'inizio della traversa che conduce al Castello Eurialo, subito di fronte al ristorante. Da li, dopo poche decine di metri, raggiungerete l'ingresso.

COSTO DEI BIGLIETTI DEL CASTELLO EURIALO  [torna su]

Il costo dei biglietti di accesso al castello Eurialo è il seguente:

- Biglietto intero: € 4

- Biglietto ridotto: € 2 (giovani con meno di 25 anni muniti di documento)

- Biglietto gratuito: minori di 18 anni. Studenti ed insegnanti in visita scolastica purchè dotati di apposito elenco dei partecipanti da lasciare alla biglietteria. Studenti universitari di corsi attinenti i beni culturali e l'architettura muniti di libretto. Varie altre categorie speciali.

Non esistono biglietti di gruppo e non si può prenotare in anticipo o online. In genere il sito non è molto frequentato per cui non vi sono file alla biglietteria.

Per quanto si cerchi di tenere aggiornate queste pagine, sono sempre possibili variazioni. Per informazioni aggiornate sulle tariffe dei biglietti è possibile telefonare al numero 0931.711773 (Castello Eurialo) oppure al servizio turistico regionale, tel. 0931 464255.

ORARIO DI APERTURA   [torna su]

E' possibile verificare gli orari di apertura dei monumenti di Siracusa su questa pagina. Per informazioni aggiornate si consiglia in ogni caso di contattare telefonicamente l'ente gestore.

Visite Guidate   [torna su]

Con una visita guidata al castello Eurialo potrete apprezzarne al meglio la storia , scoprendone ogni dettaglio. Una guida accompagnera voi o il vostro gruppo lungo un itinerario di circa novanta minuti attraverso i meandri dell'antica fortezza illustrandone le caratteristiche e raccontandovene le curiosità.
Per organizzare una visita guidata potete mettervi in contatto con le guide turistiche di Hermes Sicily, archeologia e turismo scrivendo un'e-mail a info@hermes-sicily.com o telefonando al 346.5787561 (mobile e segreteria). Si organizzano visite guidate per gruppi e visitatori individuali. Frequentemente nei mesi di alto afflusso turistico vengono anche organizzati dei "gruppi misti": visite in giorni fissi di gruppi misti di persone ad un prezzo molto conveniente per i partecipanti. Per informazioni e aggiornamenti sulle prossime date controllate sulla nostra homepage.

Dove Mangiare   [torna su]

E' possibile mangiare al ristorante "Castello Eurialo" che si trova subito prima dell'ingresso dell'area archeologica, di fronte al parcheggio (Viale Epipoli, 286 - Tel. 0931.711561). Li è anche possibile reperire dei souvenir.

Dove Dormire   [torna su]

Per visitare il castello Eurialo la cosa più conveniente è alloggiare a Siracusa. Non esistono alberghi sufficientemente vicini al castello da permettere di raggiungerlo a piedi. Tra quelli meno distanti si trova l'Hotel Relax, ubicato in viale Epipoli, poco fuori Siracusa, sulla strada che conduce al Castello Eurialo. Si tratta di un Hotel a tre stelle dotato di piscina, solarium e giardino. E' particolarmente indicato per chi dispone di un automezzo proprio. In ogni caso anche le linee di bus urbani passano lungo viale Epipoli.
Poco distante è ubicato l'Hotel Panorama. Si trova in Via Necropoli Grotticelle, nella zona nord di Siracusa. Da questo albergo potete raggiungere anche a piedi il teatro greco e l'area archeologica e potete immettervi facilmente su Viale Epipoli per recarvi al Castello Eurialo Le fermate per i mezzi pubblici per il centro e il castello sono vicine. Si tratta di una struttura a 4 stelle con camere dotate di aria condizionata e tv satellitare.
A pochi chilometri a nord di Siracusa invece è possibile usufruire dell'Holiday Inn Express, appartenente alla celeberrima catena alberghiera internazionale. L'albergo a tre stelle è comodo per quanti viaggiano con un automezzo proprio in quanto si trova vicinissimo alla svincolo autostradale Siracusa nord della Siracusa-Catania. E' ubicato nel polo commerciale, subito prima del polo industriale, vicino a numerosi grandi centri commerciali. I clienti di questo hotel possono usufruire di centro fitness e piscina.
Se invece cercate maggiori informazioni su alberghi e bed and breakfast in Sicilia orientale, potete consultare l'apposita sezione "dove dormire" di questo sito.


Cerca un hotel in Sicilia

Ricerca hotel

Destinazione
Arrivo
Partenza

Il Blog di Hermes-Sicily

Visite Guidate

In questa sezione troverai tantissime proposte di visite guidate nelle province di Siracusa e Ragusa: itinerari alle scoperta delle città d'arte e del barocco siciliano, visite ai più famosi monumenti archeologici oppure tour tematici come quello dedicato al celebre commissario Montalbano o alla scoperta dei cibi e delle tradizioni della Sicilia. Non importa se si è un gruppo numeroso o turisti individuali... sicuramente si troverà la proposta che si cercava. Un occhio di riguardo viene anche dato alle scuole con visite mirate e progetti specifici alla scoperta nel nostro passato.

VAI ALLE VISITE GUIDATE >>>   

Escursioni Archeologiche

Vai alle ESCURSIONI ARCHEOLOGICHE

La Sicilia ha una storia antichissima. Gli autori antichi raccontavano che i ciclopi erano stati tra i primi abitanti dell'isola e tanti altri si erano succeduti: sicani, siculi, greci, romani, bizantini. In questa sezione, dedicata agli amanti dell'archeologia sono raccolte numerose proposte di escursioni archeologiche. Guide specializzate in archeologia propongono itinerari al di fuori dei consueti percorsi del turismo di massa. Alla scoperta della Sicilia meno nota ma non per questo meno affascinante. Esplora  i resti delle più antiche colonie greche, le necropoli della Sicilia preistorica o scopri gli affreschi dimenticati dei piccoli oratori bizantini...

VAI ALLE ESCURSIONI ARCHEOLOGICHE >>>

Editoria

Vai alla sezione EDITORIA

Qui troverai tutto ciò che riguarda la Sicilia ed il mondo dell'immagine e della carta stampata. Scopri gli angoli più suggestivi di Sicilia attraverso le splendide gallerie fotografiche messe online dai fotografi associati. Sfoglia o acquista i libri pubblicati con il patrocinio di Hermes o leggi le recensioni sui più bei libri dedicati alla storia, all'arte e alla cultura siciliana ed acquistali online. Cerca immagini di arte, archeologia, natura per le tue pubblicazioni ed acquistane i diritti oppure contatta dei grafici e dei fotografi che possano realizzare le tue idee.

VAI ALLA SEZIONE EDITORIA >>>

Informatica

Vai alla sezione INFORMATICA

Webmaster specializzati nel settore turistico, archeologico e dei beni culturali sono a disposizione per creare il tuo sito internet. In questa sezione troverai anche cd-rom dedicati alla Sicilia e audioguide per scoprire al meglio le bellezze dell'isola. Se hai un sito internet dedicato al turismo, all'archeologia o ai beni culturali, puoi contattarci per uno scambio di link

VAI ALLA SEZIONE INFORMATICA >>>

Manuale per il Turista

Vai al MANUALE PER IL TURISTA

Un vero e proprio manuale online con centinaia di informazioni utili e "dritte" per i turisti-fai-da-te. Consulta gli elenchi di hotel e b&b divisi per area alla ricerca del tuo alloggio, studia i percorsi ed i mezzi di trasporto più adeguati, programma il tuo itinerario di visita leggendo le schede sui posti da visitare, scopri i dolci, i cibi e le tradizioni tipiche della Sicilia...  Mille consigli utili da chi la Sicilia la conosce e la ama

VAI AL MANUALE PER IL TURISTA >>>

 



 


--------------

 
Sito ottimizzato per Mozilla Firefox e risoluzione video 1024 x 768 - credits

Hermes Sicily Archeologia e Turismo © 2005 -
Privacy & Cookie policy | credits | - disclaimer
Testi ed immagini, ove non diversamente indicato sono proprietà di Hermes Sicily Archeologia & Turismo. Tutti i diritti riservati