versione italiana  deutsche fassung  english version          Homepage  |  Visite Turistiche   |   Escursioni Archeologiche  |  Editoria   |   Informatica   |   Informazioni Utili  |   Link  |   Contatti

 

Homepage -> Informazioni Utili -> Cosa Vedere -> Area archeologica di Kaukana - Ragusa

Ragusa: cosa vedere
Area archeologica di KAUKANA


[ mappa del monumento |come arrivare | biglietti | orari | visite guidate  ]

 

Informazioni utili

Resti archeologici presso Kaukana - Ragusa

Foto: Sebastiano Leggio

Kaukana è una delle aree archeologiche più importanti della provincia di Ragusa e, per quanto riguarda il periodo storico della dominazione bizantina, uno dei più importanti siti siciliani. Si trattava di un importante ancoraggio commerciale, attivo soprattutto tra il IV ed il VII secolo d.C. Ce ne parla anche un'importante storico dell'epoca, Procopio di Cesarea che descrive la guerra gotica combattuta dai Bizantini per conquistare l'Italia. Ancora oggi il sito si affaccia sulla splendida costiera ragusana e sulle sue spiagge di sabbia dorata. A pochi chilometri da Marina di Ragusa, in una frazione chiamata Casuzze, è stato istituita l'area archeologica di Kaukana. L'insabbiamento delle coste meridionali della Sicilia ha ricoperto di uno strato protettivo l'insediamento tardoromano è ha fatto si che in alcuni casi si conservassero quasi per intero gli alzati delle mura degli edifici. Al momento della stesura di questa pagina bisogna purtroppo rilevare che il parco non è aperto in maniera continuativa al pubblico. Cercheremo comunque di fornire in questo sito sempre informazioni aggiornate sulla sua fruibilità e indirizzi a cui rivolgersi per informazioni. In un periodo estivo una visita a Kaukana può essere un piacevole diversivo per quanti soggiornano alcuni giorni lungo la costiera ragusana. Gli appassionati di archeologia invece potranno visitare questo sito e poco oltre incontreranno poi il sito di epoca greca di Kamarina. Una passeggiata per l'area archeologica di Kaukana e le strutture antiche adiacenti impiega meno di un'ora. La visita può essere fatta autonomamente oppure da questa pagina è possibile contattare una guida turistica specializzata. Chi ha un proprio automezzo potrà poi proseguire, come detto, per il parco archeologico ed il museo di Kamarina o per l'istituendo sito archeologico di Mezzagnone presso Santa Croce Camerina. Ma vediamo più nel dettaglio le caratteristiche dell'area archeologica di Kaukana.

Mappa e Monumenti

Mappa dell'area archeologica di Kaukana presso Santa Croce Camerina (RG)

Clicca sulla mappa per vederla ingrandita o scarica la versione stampabile in pdf

Le abitazioni

Dettaglio di casa presso KaukanaNumerosi sono gli esempi di abitazioni private rinvenute a Kaukana. Se ne vedono passeggiando lungo viale delle Anticaglie, a ridosso della spiaggia o all'interno del vero e proprio parco archeologico. Due cose ci colpiranno in particolar modo: la povertà e semplicità degli edifici e, in alcuni casi la conservazione dei muri. Le abitazioni hanno in genere una struttura piccola e povera: un vano o poco più, in alcuni casi un cortile e dei magazzini commerciali annessi. I muri sono fatti in pietrame irregolare legato con malta e solo per porte e finestre si usavano degli architravi più grandi e lavorati. Siamo in piena epoca bizantina, all'inizio del medioevo e il lusso e lo sfarzo dell'epoca classica vanno man mano scemando. Lungo la spiaggia, in particolar modo, è ben visibile quanto rimane dell'edificia numerato 1a di cui resta ancora l'elevato dei muri. La sabbia che lo ha ricoperto ha infatti protetto le parti non deperibili dell'edificio. Tutto il villaggio non aveva un piano di costruzione ben preciso, le case sono sparse e non sembrano avere allineamenti predefiniti come invece avveniva in epoca greca e romana. Soltano intorno ad una piccola chiesetta sembra esservi qualche segno di maggiore monumentalizzazione che ha fatto pensare ad una sorta di piazza o luogo pubblico.

La chiesetta

Veduta della chiesetta di Kaukana sotto il riparo protettivoAll'interno del parco, sotto una tettoia protettiva, è visibile quanto rimane di una piccola chiesa, l'edificio di maggior prestigio finora rinvenuto nel sito di Kaukana. La chiesa sembra sia stata utilizzata dal IV al VII sec. d.C. Ne rimane visibile la parte inferiore dei muri. Questo ci permette però di capire come era strutturata. Si trattava di un piccolo edificio a tre navate con un abside semicircolare in fondo alla navata centrale. All'epoca, la Sicilia bizantina risentiva molto degli influssi orientali. Questo valeva anche per la Kaukana, veduta delle navate della chiesettaliturgia cristiana. Diversi elementi ci riportano alla mente le coeve chiese orientali. Nella finale della navata centrale sono stati trovati i resti di un pavimento a mosaici. Vi erano rappresentate figure naturalistiche e di animali. Era la parte di maggior prestigio della chiesa, il bema ove si trovava l'altare e che era riservato al celebrante e separato dal resto dell'altare. Vicino all'ingresso vi era anche un'area detta nartece, riservato invece ai penitenti e ai catecumeni. Si tratta di una piccola chiesa cimiteriale. Lungo la navata sinistra e all'esterno, dietro l'abside sono state rinvenute sepolture di vario genere.

Il bazar e altri edifici insoliti

Kaukana, resti di edificiPurtroppo gli scavi effettuati permettono di dire ancora poco sulla struttura della città e sulla destinazione dei vari edifici di cui rimangono visibili i ruderi. L'impianto era irregolare e sembra che non avesse fortificazioni. Il porto probabilmente era situato più ad occidente dell'odierno sito archeologico mentre nell'entroterra si trovavano vari altri centri minori come ad es. in contrada Pirrera ove sono stati individuati i resti di una basilichetat. La maggior parte degli edifici scavati erano abitazioni. Alcune erano un po' Kaukana, resti di abitazioni e magazzinipiù grandi e disponevano di un cortile e di una serie di stanze affiancate che hanno fatto pensare a dei magazzini per delle piccole attività commerciali. E' il caso ad es. dell'edificio n.17. Particolare doveva essere anche l'edificio 19. La struttura ha fatto ipotizzare agli studiosi una sorta di bazar. Ancora più particolare i ruderi dell'edificio n.22, isolato rispetto agli altri scavi. Vi si trovano parecchie piccole cellette che hanno fatto avanzare l'ipotesi di un edificio monastico.

 

Informazioni tecniche

COME RAGGIUNGERE IL PARCO ARCHEOLOGICO  [torna su]

Con l'automobile:

L'area archeologica di Kaukana si trova nella frazione di Casuzze, poco distante da Marina di Ragusa. Per raggiungerla, venendo da Ragusa occorre percorrere la SP25 Ragusa-Marina di Ragusa. Giunti all'ingresso di Marina di Ragusa si seguono le indicazioni per Casuzze - Punta Secca - Kaukana. Si percorre una strada litoranea la SP88 fino a giungere all'area archeologica. Uno degli ingressi da sulla nostra via, l'altro ingresso sul parallelo lungomare Anticaglie. La distanza da Ragusa è di circa 30 Km percorribili in 30 min. circa.

Una strada alternativa passa per Santa Croce Camerina e consiste nel percorrere la SP60 Ragusa-Santa Croce. Giunti a Santa Croce percorrere la circonvallazione e immettersi sulla SP35 prima e SP88 poi, direzioni Punta Secca - Casuzze - Kaukana.

Per farsi un'idea sul percorso da compiere potete consultare la mappa stradale sottostante o direttamente la mappa interattiva realizzata con Google Maps.

Itinerario stradale Ragusa - Kaukana

Con l'autobus:

E' possibile raggiungere la frazione di Casuzze ove è ubicata Kaukana anche con le linee di autobus interurbani della Tumino Autolinee. Le linee Ragusa-Kamarina e Ragusa Marina di Ragusa fanno tappa nella frazione di Casuzze. La prima impiega circa 30 min., la seconda circa 50 min. Per una panoramica completa e aggiornata degli orari è possibile consultare direttamente il sito delle Autolinee Tumino.

POSTEGGI

Non vi è un posteggio dell'area archeologica. Questa comunque non si trova in una zona urbana bensì in una frazione balneare per cui, solitamente non vi sono problemi di posteggio nei pressi dell'ingresso

COSTO DEI BIGLIETTI DEL PARCO ARCHEOLOGICO  [torna su]

Al momento l'area archeologica non è fruibile.

ORARIO DI APERTURA   [torna su]

Al momento l'area archeologica è chiusa al pubblico. E' possibile verificare sul sito dell'assessorato regionale ai beni culturali se vi sono novità in merito. In alternativa è possibile contattare la soprintendenza ai beni culturali di Ragusa per informazioni.  Gruppi, in particolar modo associazioni culturali possono anche rivolgersi a chiesta per eventuali organizzazioni di aperture straordinarie. Frequentemente in estate presso l'area archeologica si organizzano manifestazioni particolari per valorizzarla.

VISITE GUIDATE   [torna su]

Come specificato sopra al momento l'area archeologica non è visitabile. Nei momenti di apertura o in caso di apertura straodinaria al pubblico è comunque possibile contattare Hermes Archeologia e Turismo per prenotare una guida turistica specializzata. Per informazioni scrivere a: info@hermes-sicily.com o telefonare al 334.7699195 (Sig. Sebastiano)

 

 

 
   


Manuale per il Turista

Il "manuale per il turista" in Sicilia sud orientale nasce con l'intento di fornire utili informazioni a quanti stanno programmando o già si trovano nella nostra bellissima regione. Informazioni e consigli sono dati da chi vive giornalmente questa regione e ben conosce quali sono le esigenze dei visitatori. Navigate tra le pagine del nostro manuale per informazioni e consigli utili su dove alloggiare, cosa veder, cosa gustare, come muoversi...

ALTRE SEZIONI

    

Cerchi una guida ?

Contattaci per prenotare la tua visita guidata o pianificare il tuo itinerario in Sicilia sudorientale. Si organizzano visite guidate nelle province di Siracusa e Ragusa per gruppi grandi e piccoli o anche per turisti individuali Su richiesta è possibile organizzare trekking archeologici personalizzati.

Guarda i nostri itinerari  >>>

Contattaci tramite e-mail  >>>

Link Utili

 

10 cose da vedere a Siracusa

5 cose da fare a Modica

 

  

Libri per Approfondire

 

KAUKANA. IL CHORION BIZANTINO
di P. Pelagatti e G. Di Stefano

Kaukana. Il chorion bizantino

LA GUERRA GOTICA
Procopio di Cesarea

La guerra gotica - Procopio di Cesarea

 

IL MUSEO ARCHEOLOGICO IBLEO DI RAGUSA
Giovanni Di Stefano

Dionisio I di Siracusa di Robert Caven

NEL SEGNO DELL'ANTICO
Giuseppe Voza

Nel segno dell'antico di Giuseppe Voza

 

Altri consigli per dei libri ? Vai alla nostra sezione Editoria >>>

 

 

 

 

 



 


--------------

-Sito ottimizzato per Internet Explorer 6 e risoluzione video 1024 x 768



Hermes Archeologia e Turismo © 2005-2009
Testi ed immagini, ove non diversamente indicato sono proprietà di Hermes. Tutti i diritti riservati. Credits