versione italiana  deutsche fassung  english version          Homepage  |  Visite Turistiche   |   Escursioni Archeologiche  |  Editoria   |   Informatica   |   Informazioni Utili  |   Link  |   Contatti

 

Homepage -> Informazioni Utili -> Pantalica

Necropoli di Pantalica

La Necropoli di Pantalica costituisce uno dei più importanti siti protostorici siciliani, utile per comprendere il momento di passaggio dall'età del bronzo all'età del ferro nell'isola. Si tratta del più imponente sito indigeno individuato in Sicilia orientale e quindi riferibile a quella popolazione che gli autori antichi indicano come "Siculi". Non rimane quasi nulla dell'abitato in quanto probabilmente era costituito da capanne di materiale deperibile nel tempo. Ciò che però maggiormente impressiona sono le sue necropoli. Si tratta di oltre 5000 tombe dette a "grotticella artificiale" in quanto scavate nelle pareti a strapiombi dei canyon formati dai fiumi Anapo e Bottigliera. Questo immenso cimitero preistorico per la sua grandiosità  è stato da alcuni anni inserito nell'elenco dei siti patrimonio dell'Unesco. Il primo a scavarvi fu l'archeologo Paolo Orsi che rinvenne ricchissimi corredi oggi conservati al museo regionale "Paolo Orsi" di Siracusa. Lungo le pareti dell'altipiano si susseguono varie necropoli appartenenti alle varie fasi di vita dell'abitato, dal XIII al IX sec. a.C. Sulla sommità dell'altipiano, in uno dei punti più panoramici, gli archeologi individuarono le fondamenta di un grandioso edificio costruito in blocchi megalitici che chiamarono "Anaktoron" o "Palazzo del Principe". La tecnologia costruttiva ben superiore a quelle conosciute dagli indigeni ed i ritrovamenti di numerosi reperti provenienti dall'Egeo hanno lasciato ipotizzare che maestranze micenee abbiano contribuito alla realizzazione dell'opera. Vari itinerari consentono di visitare Pantalica e la sottostante Valle dell'Anapo, splendida area naturalistica. L'itinerario archeologico più classico prende avvio da Ferla e dalla stretta Sella di Filiporto permettendo di ammirare da vicino la necropoli e le sue tombe a grotticella artificiale per poi giungere fino al palazzo del principe e camminare tra le fondamenta dell'edificio. Una comoda strada permette di raggiungere con gli automezzi i punti salienti mentre gli amanti dell'escursionismo potranno optare per dei panoramici sentieri che toccano anche degli abitati rupestri di epoca bizantina. Diversi ristoranti ed agriturismi nella zona consentono inoltre un ristoro buono ed abbondante con i prodotti tipici degli Iblei.


Consigli per la visita

Di seguito alcune indicazioni per programmare una visita a Pantalica:

  Annotazioni

Pantalica è una delle zone naturalistiche più belle della provincia di Siracusa. La sua visita può essere programmata seguendo vari itinerari: con accesso da Ferla o da Sortino o dalla sottostante Valle dell'Anapo. La zona archeologicamente più interessante è l'altipiano a pochi chilometri da Ferla. Qualsiasi itinerario si scelga, si consiglia comunque un abbigliamento comodo (pantaloni lunghi e scarpe chiuse). Diversi cartelloni segnalano il percorso dei sentieri naturalistici. E' possibile fare una visita "lampo" giungendo con l'automezzo fino alla necropoli ed all'anaktoron. In tal caso non c'è molto da camminare. Tutti gli altri itinerari sono invece indicati per persone in grado di svolgere trekking di minima difficoltà.

  Trasporti

Il modo più agevole per raggiungere Pantalica è con un automezzo proprio. Dal punto di vista archeologico la zona più interessante risulta raggiungibile da Ferla. Si riporta di seguito l'                   Itinerario stradale Siracusa - Pantalica. E' possibile posteggiare la macchina in un primo momento ai lati della strada all'altezza della cosiddetta Sella di Filiporto, facendo attenzione a non ingombrare il passaggio ad altre macchine o eventuali autobus. Nei pressi dell'anaktoron, prendendo una strada non asfaltata si giunge ad una sorta di piccolo parcheggio. Un ulteriore piccolo posteggio è presente al limite estremo della strada da dove si diparte il sentiero che scende verso il fiume. Accedendo dal lato di Sortino si può sempre seguire la strada fino a dove si interrompe per poi posteggiare li la propria auto. Per individuare Pantalica è anche possibile  Scaricare i segnaposto per Google Earth (tm).

  Visite guidate

Tramite l'associazione Hermes è possibile contattare e prenotare una guida per Pantalica o associarsi alle visite guidate che si organizzano in date prefissate per gruppi misti. Per essere aggiornati sulle prossime date si può consultare questa pagina. Le visite si terranno al raggiungimento degli 8 partecipanti. L'appuntamento con la guida è sul posto e, pertanto necessita un automezzo proprio. Per maggiori informazioni è anche possibile  contattarci tramite mail (info@hermes-sicily.com). Durante tutto l'arco dell'anno è possibile organizzare i tour descritti in questa pagina.

 


PHOTOGALLERY

Veduta dell'anaktoron

Anaktoron, particolare

Anaktoron, blocchi megalitici

Ingresso di tomba a grotticella



SERVIZI FOTOGRAFICI

Vuoi acquistare qualcuna delle foto pubblicate su questo sito o vuoi commissionare un servizio fotografico inerente i beni culturali, ili turismo o l'archeologia ? Scrivi a editoria@hermes-sicily.com per qualsiasi informazione.

ESCURSIONI ARCHEOLOGICHE

Contattaci per programmare itinerari o escursioni archeologiche con guide esperte della storia locale: info@hermes-sicily.com 

LA TUA OPINIONE SULLE STRUTTURE RICETTIVE

Presto Hermes darà spazio anche alla voce degli utenti. Hai alloggiato o hai mangiato in una delle strutture elencate nel nostro sito ? Mandaci una recensione... presto troverà spazio sulle nostre pagine, dando la possibilità ad altri viaggiatori di scegliere per il meglio. Invia la tua recensione a info@hermes-sicily.com.


--------------

--Questo sito è in costruzione--
Sito ottimizzato per Internet Explorer 6 e risoluzione video 1024 x 768

Hermes Archeologia e Turismo © 2005-2007
Testi ed immagini, ove non diversamente indicato sono proprietà di Hermes Archeologia e Turismo.
E' vietata la riproduzione di testi, fotografie e grafici senza espressa autorizzazione scritta. Tutti i diritti riservati